Itinerari > Sulle orme dell'antica civiltà Etrusca   Torna indietro

Viterbo è la base ideale per riscoprire l’antica civiltà degli etruschi. Ogni luogo del viterbese è strettamente collegato a questa civiltà e vi proponiamo solamente alcune località tra le più famose e visitate. Per comodità li abbiamo divisi in due itinerari: uno tra i luoghi più famosi e conosciuti comprendente Tuscania, Tarquinia, Cerveteri.
L’altro invece prevede luoghi, ricadenti nel comune di Viterbo, meno conosciuti ma ugualmente belli e ricchi di fascino e lontani dai soliti itinerari e prevede la visita di Castel d’Asso, Ferento, e la necropoli di Norchia.

 

Tuscania
E' una ricca e importante città etrusca, il cui simbolo è il colle di San Pietro, abitato almeno dal IX secolo a.C. Su di esso sorge l’imponente basilica romanica di San Pietro, il monumento più importante della città e senza dubbio uno dei più belli d’Italia, la cui maestosa facciata duecentesca a tre portali è ricca di decorazioni come il grande rosone centrale e i grandi bassorilievi. Grandioso l’interno a tre navate sorretto da colonne romaniche con capitelli originali, riccamente decorati; notevoli i resti del pavimento musivo, gli affreschi del XIIXIII sec. e la meravigliosa cripta con volte a crociera.
Ai piedi del colle si innalza l’altro gioiello dell’architettura romanico-gotica: la basilica di
Santa Maria Maggiore, dalla splendida facciata in cui si aprono tre portali finemente decorati e il cui interno è impreziosito da importanti affreschi medievali e una ricca suppellettile marmorea di varia epoca.
Piacevole passeggiare per il centro storico, cinto da mura medievali e da torri di considerevole altezza. Antiche chiese, nobili palazzi , archi, vicoli e profferli conducono il visitatore a spasso nel tempo.


Tarquinia

Lungo la costa tirrenica, Tarquinia ospita la vasta Necropoli Etrusca, con tombe a camera a decorazioni pittoriche, alcune di rara bellezza, che vanno dal VI al II sec. a.C. (Tomba dei Leopardi, della Caccia e della Pesca, del Cacciatore tra le più importanti) e il Museo Nazionale (Palazzo Vitelleschi), tra i più importanti musei etruschi d'Italia, che raccoglie ceramiche greche ed etrusche, corredi funebri, sarcofagi e terrecotte fra cui la scultura dei Cavalli Alati.

 

Cerveteri
La necropoli etrusca della Banditaccia è posta su un'altura tufacea a nord-ovest di Cerveteri (RM), e nei suoi circa 400 ettari di estensione si trovano molte migliaia di sepolture (la parte recintata e visitabile rappresenta soli 10 ettari di estensione e conta circa 400 tumuli), dalle più antiche del periodo villanoviano (IX secolo a.C.) alle più "recenti" del periodo etrusco (III secolo a.C.).

 

Castel D'Asso

Fu la prima necropoli rupestre etrusca ad essere scoperta e fatta conoscere al mondo della cultura: era il 1817. Essa si addensa lungo le rupi che prospettano la valle del Freddano ed ai lati di una piccola valle posta alle sue spalle a circa 4 km dal centro di Viterbo. Lo spettacolo offerto dalle tombe variamente intagliate nella roccia, distribuite su due o anche tre ordini sovrapposti è veramente suggestivo per una maggiore e spettacolare concentrazione delle tombe monumentali rispetto alle altre necropoli rupestri.

 

Ferento
È il centro etrusco che più d’ogni altro ha contribuito alla conoscenza della prima architettura domestica e civile del Popolo etrusco e della sua vita quotidiana. Frentis, tale era forse il suo nome, venne distrutta sul finire del VI sec. e sulla sua vasta area (32 ettari) nessuno più vi costruì qualcosa cosicché i suoi resti rimasero sigillati per 2600 anni. Gli abitanti dispersi si riunirono poi un secolo dopo sul parallelo promontorio di Pianicara dando origine alla cittadina romana di Ferento.
Pozzi, cunicoli, ambienti interrati, stalle e ricoveri per animali compongono il quadro della vita reale degli Etruschi nel VI sec. a.C. sul luogo, e perfettamente ricostruita con gli originali nelle sale del Museo archeologico nazionale della Rocca Albornoz di Viterbo. Le necropoli con tombe a camera scolpite nei soffitti e nei lettini di deposizione, ma non ben visibili, sono a Campo dei Pozzi, Casale Pierardi, Poggio Rotella e Macchia Carletti.

 

Norchia
È la più grandiosa e spettacolare necropoli rupestre d’Etruria e d’Italia. Le tombe a finto dado o a dado (dal IV al I sec. a.C.) sono disposte a terrazze negli aspri declivi prospettanti il centro urbano. Quelle del livello superiore hanno alte facciate coronate in alto da varie modanature con scolpita al centro la Finta Porta al di sopra di ambienti semplici o porticati scavati nella roccia ove non mancano tracce di intonaco e colori diversi. I vasti, quanto disadorni ipogei sepolcrali sono in basso con all’interno sarcofagi semplici o scolpiti con la figura del defunto o con più spesso larghe banchine con una sequenza ininterrotta di fosse ai lati di un esiguo corridoio centrale. Nelle parti inferiori delle rupi le tombe a dado, spesso costruito intero o in parte, sono più semplici e consistono in una facciata sempre comunque adorna del rilievo della Finta Porta che sovrasta una modesta camera funeraria.

    Torna indietro
 
Visita le antiche città Etrusche e le necropoli. Prenota ora al B&B Al Cardinale e scopri le nostre offerte e promozioni.
 
 
Il B&B "al Cardinale" si trova nel quartiere medievale di San Pellegrino. Finemente ristrutturato, con ingresso indipendente, offre ampie camere con bagno privato.
Visita il Bed and Breakfast
 
Durante l'anno offriamo, ai nostri Clienti, l'opportunità di usufruire di sconti e offerte. Non perdere l'occasione e scopri le promozioni in corso.
Vedi tutte le nostre offerte
 
Immergiti nella Tuscia, visita Viterbo (antica città dei Papi), prenota ora il tuo soggiorno per un week-end romantico all'insegna del relax e del benessere.
Prenota ora il tuo soggiorno
 
 
 
   
Al Cardinale, Viterbo. Bed And Breakfast nel cuore della città Medievale.
   
Contatti Siamo anche su
Via S. Carlo, 6 - ‪01100 Viterbo‬
Coordinate GPS: 42.412328, 12.102961

Tel. +39.0761.228196
Cell. +39.320.9470438

Email: ilcardinalebb@yahoo.it
Pagamenti accettati
   
 
La Mieleria del Cardinale
 
 
© - Bed and Breakfast Al Cardinale - Viterbo - All right reserved - Note legali - Cookie policy - Realizzazione siti web per Bed & Breakfast e Hotel: Studio Mikado, Roma